Game of Thrones 8, finite le riprese di una battaglia epocale: oltre 55 giorni di lavoro sul set

Sarà la battaglia finale per il trono di Westeros? O per l’esistenza degli uomini? Non si sa ma è comunque un record.

GAME OF THRONES Re-Throned: “Battle of the Bastards” (S6, E9)

La celebre Battaglia dei Bastardi nella sesta stagione di Game of Thrones è stata uno scontro epico, anche se forse la sequenza è stata poi superata dagli attacchi di Daenerys con tanto di draghi finalmente adulti visti nella settima stagione dello show.

E che dire poi delle scene in cui l’esercito del Re della Notte oltrepassa la Barriera? Non è uno scontro vero e proprio, ma l’armata dei non-morti impressiona e non poco.

Bene, tutte queste sequenze saranno probabilmente surclassate da un’altra grandiosa battaglia che la produzione sta preparando per la stagione 8 della serie. È una sequenza epica che ha richiesto ben 55 giorni di riprese, senza contare la post-produzione.

Si tratta di una mole di lavoro mai vista per lo show, che per tutte le battaglie precedenti non è mai andato oltre il mese di riprese. Per l’ultima stagione, dunque, HBO ha deciso davvero di fare le cose in grande, anche e soprattutto a livello economico.

La notizia è stata diffusa dal sempre vigile sito Watchers on the Wall, che ha prontamente individuato un post su Instagram dell’assistente alla regia Jonathan Quinlan. La foto, che è stata rimossa dal social, rappresentava una nota di ringraziamento della produzione verso tutti i partecipanti alle riprese. Eccola:

Nota di ringraziamento della produzione di GoT 8 per la battaglia da 55 giorni di lavoroHDWatchers on the Wall

Il breve messaggio parla di “freddo, neve, pioggia, fango, mer*a di pecora di Toome” e i “venti di Magheramorne”. Queste referenze geografiche sono molto chiare: tra le location di GoT, infatti, quei luoghi sono stati già utilizzati per il set di Grande Inverno, quindi è più che lecito aspettarsi uno epico scontro ancora sulle mura della fortezza degli Stark.
Contro gli Estranei (a cavallo)? Probabile.

Ancora, sotto alla foto, Quinlan aveva chiosato con “[il messaggio] dice tutto. 55 notti consecutive, 11 settimane, 3 location. Non vedrete mai più una cosa del genere”.

Insomma, sembra che questa battaglia segnerà nuovi standard per le scene d’azione televisive. Non è detto che si tratti necessariamente di una scena lunga, in quanto il tempo di ripresa non sempre rispecchia il tempo di messa in onda, tuttavia ci aspettiamo qualcosa di memorabile.

Game of Thrones, lo ricordiamo, tornerà con l’ottava e ultima stagione nel 2019.

Fonte: Mondofox

Annunci

Il Signore degli Anelli: la serie TV ha già in programma 5 stagioni

La serie TV ispirata a “Il Signore degli Anelli”, potrebbe essere divisa in 5 stagioni  arrivando a costare complessivamente oltre 1 miliardo di dollari. Ecco tutte le ultime notizie.

L'anello de Il Signore degli Anelli

A quasi 45 anni dalla sua morte, J. R. R. Tolkien ha concluso il più grande contratto del dorato mondo di Hollywood del 2017.

Lo scorso 13 novembre, infatti, Amazon Studios ha battuto Netflix aggiudicandosi i diritti della serie TV de Il Signore degli Anelli sborsando ben 250 milioni di dollari alla Tolkien Estate (la società che si occupa dei diritti d’autore delle opere di Tolkien).

La serie TV sarà realizzata dal colosso statunitense, insieme all’editore Harper Collins e a New Line Cinema, con un accordo che richiede un impegno di ben 5 stagioni per portare “Il Signore degli Anelli” sul piccolo schermo.

Il progetto esplorerà nuove trame che precedono gli eventi narrati ne La Compagnia dell’Anello (primo dei libri di Tolkien), con l’opzione di una serie aggiuntiva di spin-off ambientati qua e là nella la Terra di Mezzo.

I termini dell’accordo sembrano prevedere che Amazon cominci la produzione della serie TV entro due anni, quando le spese di produzione relative al cast, ai produttori e agli effetti visivi, dovrebbero far lievitare i costi complessivi del progetto a circa 1 miliardo di dollari. In tal modo, “Il Signore degli Anelli” diventerebbe la serie TV più costosa di sempre, battendo il corrente record attualmente detenuto da Il Trono di Spade dell’emittente statunitense HBO.

Gollum
La creatura Gollum dei film de Il Signore degli Anelli

L’avvocato di Tolkien Estate Matt Galsor, che è stato il principale artefice dell’accordo, ha dichiarato in merito all’operazione di vendita dei diritti di Tolkien:

Questo è l’affare più complicato che abbia mai visto, ma è stato gestito in tempi relativamente brevi, in un modo che ha riunito le parti in un rapporto solido. È stato difficile, ma tutti si sono piaciuti e si sono sentiti una squadra quando l’accordo è stato siglato.

Non è ancora noto se Peter Jackson (regista della trilogia cinematografica de Il Signore degli Anelli) sarà il produttore esecutivo della serie TV. I legali del regista non hanno preso parte alle contrattazioni del 2017. Tuttavia, l’avvocato Peter Nelson ha recentemente contribuito ad aprire un dialogo tra Jackson e Amazon che potrebbe portare ad una collaborazione tra le parti.

 

Per quanto riguarda, invece, il coinvolgimento di New Line Cinema (e della casa madre Warner Bros.) nel progetto, sembra che Amazon abbia capito come potrebbe essere necessario utilizzare le riprese dei film per la produzione della serie TV. Questa è la ragione per la quale anche il co-presidente di New Line, Carolyn Blackwood, e il presidente del gruppo Warner Bros. Picture, Toby Emmerich, sono stati coinvolti direttamente nelle negoziazioni.

Almeno per il momento, in vista della produzione della serie TV è stato aggirato un potenziale ostacolo: quello rappresentato da Bob e Harvey Weinstein, che controllavano i diritti sui film di Tolkien alla Miramax e hanno firmato un contratto di condivisione degli utili con New Line nel 1998. I Weinstein avrebbero continuato a usare quell’accordo come base per una causa legale per ottenere profitti dai film di “Lo Hobbit”, che alla fine ha fruttato loro 12,5 milioni dal primo film della saga, ma nulla dalle altre due pellicole.

Per il momento non ci resta che attendere nuove informazioni sulla pre-produzione di questo epico show televisivo che si preannuncia, ovviamente, molto atteso dai fan di Tolkien. E non solo.

Fonte: Mondofox

Editing: Ines Palumbo

Dawson’s Creek cast reunites for its 20th anniversary on this week’s EW cover

To read more on the Dawson’s Creek reunion, pick up the new issue of Entertainment Weekly on stands Friday. You can buy the full set of five covers here. Or purchase the individual covers featuring James Van Der BeekKatie HolmesJoshua JacksonMichelle Williams & Busy Philipps, or the original foursome online or at Barnes & Noble. Don’t forget to subscribe for more exclusive interviews and photos, only in EW. Watch the full episode of Entertainment Weekly Cast Reunions: Dawson’s Creek, streaming now on PeopleTV.com or download the PeopleTV app on your favorite device.You no longer have to wait. For the first time since the 2003 finale, the cast of one of the most iconic, beloved, and meme-worthy teen dramas ever, Dawson’s Creek, has reunited, thanks to Entertainment Weekly. “I think we’ve all sort of seen each other over the years, but not everybody all together,” says Katie Holmes. “And never for long enough.” Adds creator Kevin Williamson (Scream), “I run into James and Josh, Katie, Michelle, and I just get a big smile on my face. It’s just a very, very special time in my life.”

The cast — Holmes (Joey Potter), James Van Der Beek (Dawson Leery), Joshua Jackson (Pacey Witter), Michelle Williams (Jen Lindley), Busy Phillips (Audrey Liddell), Kerr Smith (Jack McPhee), Meredith Monroe (Andie McPhee), and Mary Beth Peil (Evelyn “Grams” Ryan) — sat down for EW’s cover story and video reunion, streaming now on PeopleTV.com or through the PeopleTV app, on March 12 in New York City. Looking back, Van Der Beek recalls the time during season 4 when he got lost trying to show his parents the Leery house in Wilmington, N.C., which stood in for fictional Capeside. That small-town location bonded this cast more than your typical television series. “It was like growing up together,” remembers Monroe. “I felt like I was so grateful that it was shooting in Wilmington. We all got to really connect in a way that I don’t think we would have had we been in New York or L.A.”

EXCLUSIVE PHOTOS: See the Dawson’s Creek cast reunited

The series, which ran on The WB from 1998 to 2003 and is now streaming in its entirety on Hulu, was both a sweet nod to coming-of-age stories and a bold and sometimes controversial addition to the teen genre. Budding filmmaker Dawson, goofy troublemaker Pacey, moody tomboy Joey, and reformed-ish bad girl Jen all discover the joy and (mostly) pain of first love as they date and break up and date and break up… and date and break up, all with the titular body of water as a soothing backdrop. Love triangles and rectangles are nothing new, but Creek’s delivery of these topics was shockingly fresh. These pubescent pals weren’t going to the Peach Pit for shakes — they were talking about masturbating to Katie Couric and having affairs with their teachers. And they spoke about their hormonal escapades (or lack thereof) in smart, Aaron Sorkin-esque dialogue. Says John Wesley Shipp, who played Dawson’s father, Mitch: “I remember a big star who shall remain nameless said to Kevin, ‘Young people don’t talk like that.’ Kevin said, ‘Well, maybe not, but they’d like to.’ We had a feeling that we were pioneering a different way of telling stories about young people.” Adds Jackson, “Kevin never insulted the audience and never insulted [the actors] by dumbing us down. I loved that part.”

And the show’s young stars, especially the main four leads, all became overnight teen icons. “I was actually with James when he signed his first autograph,” remembers Mary-Margaret Humes, who played Dawson’s mother, Gail. “My husband and I had taken James up to Universal City in L.A. to watch a movie. This girl came up to James and said, ‘Excuse me, aren’t you that guy on Dawson’s Creek? May I have your autograph?’ He signed it and said, ‘Oh my God, Mary-Margaret, that was my first!’ And, of course, my thought was ‘Oh, honey, hang on.’”

But it’s not surprising to see such passionate fan reactions. Creek was a series that wore its heart on its sleeve and spoke to a generation. “It was really wholesome and it was really Americana,” says Greg Berlanti (Riverdale), who began his career on season 2 and took over showrunner duties in season 3. “I think if people want a perfect snapshot of what it was like to come of age in the ’90s and be a young person in that moment, Dawson’s will always be a time capsule of that.” Adds Williams: “I loved that we were able to get in there in those formative years for people. That’s why people, I think, are so connected to it. When something affects you while you were growing up, it kind of stays in there forever. When you’re so permeable and open and trying to figure out who you are and what’s going on, whatever reaches you in those moments really becomes part of you.”

Marc Hom for EW

Marc Hom for EW

Marc Hom for EW

Marc Hom for EW

Marc Hom for EW

For much more on Dawson’s Creek and other Untold Stories, pick up the latest issue of Entertainment Weekly on stands Friday. To purchase the four collector’s covers, visit your local Barnes & Noble starting April 3 or visit the EW Back Issues store

Source: http://ew.com/

The Big Bang Theory creator reveals some of the show’s writers didn’t want Sheldon to get married

“This would never be something Sheldon would do.”

The Big Bang Theory season 10 episode 10 - Sheldon and Amy

Bill Prady has revealed that at least one of The Big Bang Theory writers didn’t want Sheldon Cooper to get married.

The genius is currently engaged to Amy Farrah Fowler on the show, with the pair planning their wedding for what seems like an eternity (but in reality, since Sheldon proposed in the season 10 finale).

However, speaking to Digital Spy, series co-creator Prady revealed some of the show’s writers initially disapproved of the forthcoming union, as they believed it wasn’t something Sheldon would do.

Hopefully, they’ve come around.

Jim Parsons as Sheldon in 'The Big Bang Theory'

“Then there were people who said, ‘Well, because you’re saying that, let’s see if there’s a way he might do it’, so that was a wonderful and awesome process.”

Sheldon and Amy almost got married already this series, as they headed to the courthouse before changing their mind and waiting for a big wedding.

Executive producer Steve Holland previously said the nuptials are expected to happen before season 11 is out. So, what can we expect from the wedding of such brilliant minds?

The Big Bang Theory fans left aghast as season 10 finale leaves one big question unanswered

“It’s going to meet all of your needs,” Prady added. “You will want for nothing. That’s my personal guarantee to you.”

Can’t wait.

The Big Bang Theory airs on CBS in the US and on E4 in the UK.

Source: http://www.digitalspy.com/

Lost: ancora nulla di ufficiale sul revival della serie TV

Il ritorno di Lost è inevitabile. Lo aveva già dichiarato il produttore Carlton Cuse nel 2014 e ribadito successivamente l’ideatore Damon Lindelof al Comic-Con dello scorso anno. Ma la domanda che attanaglia ora i fan è questa: quando sarà possibile godere del revival tanto atteso? Intervistato sul progetto da parte di TVLine.com, la presidente di Alphabet Channing Dungey ha dichiarato che la rete non ha ancora in programma di far rivivere Lost. Tuttavia, non lo ha escluso: “Non abbiamo avuto ancora alcuna discussione ufficiale in merito. È in lista nelle cose che sarebbe bello realizzare, ma ad oggi è solamente in lista”.

Creato da J. J. Abrams, Damon Lindelof e Jeffrey Lieber, Lost è stato trasmesso negli Stati Uniti dal 2004 al 2010 raggiungendo immediatamente il cuore dei fan di tutto il mondo, tanto da guadagnarsi numerosi riconoscimenti come il Golden Globe (2006) e tre Emmy Award (2005, 2007, 2009).

Leggi Anche: le 60 + 1 cose che (forse) non sapete della serie TV

“IF WE TELL THEM WHAT WE KNOW, WE TAKE AWAY THEIR HOPE… AND HOPE IS A VERY DANGEROUS THING TO LOSE” – SAYID JARRAH.

Il pilot della serie tv era incentrato sullo schianto dell’Oceanic Airlines 815 che da Sydney (Australia) era diretto a Los Angeles (USA). L’incidente avvenne il 22 settembre del 2004 presso un’isola all’apparenza disabitata. Le sei stagioni che hanno composto Lost negli anni erano incentrate sulle vicissitudini dei 48 sopravvissuti: dallo schianto sulla spiaggia in attesa dell’arrivo dei soccorsi, al loro disperato tentativo di sopravvivere e fuggire da alcuni eventi inspiegabili che hanno terrorizzato quel lembo di terra sperduto in mezzo all’oceano.

Leggi Anche: che fine hanno fatto i membri del cast?

Eletta come 27ª serie televisiva meglio scritta nella storia della televisione dalla Writers Guild of America nel 2013, Lost ha visto la partecipazione di numerose star molto amate dai telefilm maniacs tra cui Matthew Fox (Emperor, Alex Cross – La memoria del killer), Dominic Monaghan (Quantum Break), Naveen Andrews (Sense8, C’era una volta nel Paese delle Meraviglie – Once Upon a Time in Wonderland), Emilie de Ravin (C’era una volta – Once Upon a Time), Evangeline Lilly (The Hobbit, Ant-Man), Jorge Garcia (Hawaii Five-0), Maggie Grace (Californication), Josh Holloway (Colony, Intelligence), Daniel Dae Kim (Hellboy, Hawaii Five-0), Yunjin Kim (Mistresses), Terry O’Quinn (Castle Rock, The Blacklist: Redemption), Harold Perrineau Jr. (Claws, Criminal Minds) e Ian Somerhalder (The Vampire Diaries).

Nel corso delle puntate si sono aggiunti altri attori ricorrenti e molto amati quali Henry Ian Cusick (The 100, Inhumans), Michael Emerson (Arrow, Person of Interest), Elizabeth Mitchell (C’era una volta – Once Upon a Time), Nestor Carbonell (Bates Motel) e Mark Pellegrino (Supernatural, 13 reasons Why – Tredici).

Source: http://www.telefilm-central.org/

Vikings Season 6: Bloody & Worn Out Photo Of Lagertha Confirms Return Of Character

We may not have seen last of Lagertha, yet. Actress Katheryn Winnick confirmed that Lagertha will be back in History Channel’s Vikings Season 6.

Vikings Season 5 wrapped up its finale with major cliffhangers. The fan-favorite character Queen of Kattegat is captured by Ivar the Boneless at the end of the war. The final few moments left fans wondering whether she will make it through to the next season or not. While her fate remains uncertain it looked like that Lagertha wouldn’t be returning in Season 6.

Today, Winnick shared a photo of her character with the caption that confirmed Lagertha is not dead yet. The photo shows war-ravaged Lagertha and it is captioned “the first glimpse of Lagertha in season 6.” Scroll down to view the post.

In addition, Lagertha fans were panicked when news about Katheryn Winnick making her directorial debut spread. Recently, it was revealed that Winnick will take up the new role on the show, as the director. Fans thought that might mean the end of the character’s story on the series.

According to Business Standard, she will be directing one episode of the series and she is reportedly very excited about it. The actress who is known for her iconic character in the series has been preparing for her directorial debut for a while.

I’ve been preparing for about a year,” Winnick told the abovementioned publication. “Being on set every day, I am learning from and working with the crew, the incredible talent, and with various heads of departments. Having been on the show as an actor for so long, I have had a chance to observe all on a more intimate level and that has helped prepare me for directing,”

Meanwhile, Winnick revealed that she has been shadowing Canadian director Helen Shaver and learning how things work behind the camera.

Vikings is currently on hiatus and will return to television for it’s the remaining Season 5 episodes later this year. The promo of episode 11 teased Lagertha’s death in the hands of Ivar but it looks like that event would be stopped, perhaps by Rollo? Be sure to visit Pursue News for more updates.

Source: Katheryn Winnick

https://pursuenews.com/

 

Game of Thrones

La popolarità della serie televisiva in onda su Sky Atlantic più amata di tutti i tempi, ovvero Il Trono di Spade, va pari passo con l’amore incondizionato che proviamo per i personaggi che lo rendono così speciale. Finché non muoiono. E di solito, succede abbastanza spesso. Per ricordare chi non c’è più, per omaggiare i vivi e per farsi due risate, ecco alcune delle frasi celebri delle donne dei Sette Regni (e oltre).

A rendere speciale Il Trono di Spade non ci sono solo la trama, i draghi e l’intreccio. L’elemento che ha davvero fatto la differenza nell’audience è imputabile, anche, ai personaggi femminili. Emancipate, coraggiose, furiose, crudeli, protettive: le donne del Trono di Spade hanno, a modo loro, conquistato l’audience di tutto il mondo rendendosi uniche e inimitabili.

Le donne de Il Trono di Spade: per non dimenticarle mai

A volte ce lo dimentichiamo, ma Il Trono di Spade è uno degli show televisivi che più lascia spazio alle donne. La serie della HBO, in onda in Italia su Sky Atlantic, racconta un intreccio di storie dove le donne – di qualsiasi tipologia, carattere e orientamento – riescono a fare il buono e il cattivo tempo della storia senza necessariamente sfruttare i cliché e gli espedienti classici della femminilità “da stereotipo”. Ogni donna de Il Trono di Spade è unica e speciale, e c’è un personaggio per tutti i gusti. Pensiamo alla coraggiosa Arya, maschiaccio e irriverente, o alla bella Sansa, silenziosa, ferita ma che nessuno è mai riuscito a spezzare. Daenerys, i suoi draghi e i suoi sogni di potere, pensiamo a Cersei Lannister e alla sua ambizione senza confini. In questo show, è facile immedesimarsi, e farsi guidare dai passi – talvolta fatali – dei nostri personaggi preferiti. Che siano ancora vive o abbiano avuto qualche incidente di percorso, a noi le donne de Il Trono di Spade piace ricordarle così: all’apice della loro potenza.

Le migliori citazioni delle donne de Il Trono di Spade

Per omaggiare la settima stagione e i suoi colpi di scena (che potremmo tranquillamente definire pugnalate, grazie Martin), ecco alcune delle migliori frasi brevi dei nostri personaggi femminili preferiti della serie Il Trono di Spade:

  •  Isola dell’Orso non riconosce altro re se non il Re del Nord, il cui nome è STARK. [Lyanna Mormont]
  • Sarò anche piccola, sarò anche una donna, ma non me ne starò a cucire accanto al focolare mentre degli uomini combattono al posto mio. [Lyanna Mormont]
  • Io sono Daenerys, Nata dalla Tempesta, della Casa Targaryen, dell’antico sangue di Valyria e vi dico che sono io la figlia del Drago. Vi do la mia parola che coloro che vi faranno del male moriranno tra urla di tormento. [Daenerys Targaryen]
  • Io non ho conquistato questa città per governare sulle ingiustizie che ho voluto cancellare. L’ho conquistata per dare libertà al popolo. Ma libertà significa anche fare le proprie scelte. [Daenerys Targaryen]
  • Non è facile ammettere a noi stessi quale sia la nostra vera natura. [Margaery Tyrell]
  •  Due interpreti si trovano su una nave che affonda. Il primo dice: “Tu sei capace di nuotare?” Il secondo risponde: “No, ma sono capace di urlare aiuto in diciannove lingue”. [Missandei]
  •  Non importa chi sei, o quanto sei forte, ci saranno sempre situazioni che non puoi controllare. Cose che mai avresti potuto prevedere o prevenire, neanche volendo. Non puoi controllare il destino. [Cersei Lannister]
  • GUARDATEMI! Guardatemi bene! Sarò ciò che vedrete prima di morire. [Cersei Lannister]
  • Perché una ragazza dovrebbe svenire vedendo le sangue? Le donne vedono molto più sangue degli uomini! [Ygritte]
  • La prossima volta che alzerai una mano in mia direzione sarà l’ultima volta che avrai delle mani. [Daenerys Targaryen]
  • Ogni livido è una lezione, e ogni lezione ci rende migliori. [Arya Stark]
  •  Non riesci ad amare nessuno nel modo in cui ami il tuo primo figlio. Non importa cosa faccia. [Cersei Lannister]
  •  Io sono un lupo e non ho paura. [Arya Stark]
  • Cosa succede quando un eunuco prova a sedurre una vecchia decrepita? Quesiti per i filosofi. [Olenna Tyrell]

Fonte: http://mag.sky.it/