Due di picche eleganti

Come rifiutare con classe sgradite dichiarazioni d’amore

“Non voglio essere una distrazione tra te e i tuoi amici.”
“Non ti merito. E forse nemmeno tu.”
“Tu? Cosa? Con chi? Perchè?”
“Mi chiamo Anna, non Giorgia.”
“Non accetto dichiarazioni prima di pranzo.”
“No, perchè mi sono innamorata di tuo fratello, anzi, secondo te sono il suo tipo?”
“Mi piacerebbe, ma la mia religione non me lo permette.”
“Credimi:un giorno me ne sarai grato.”
“No. Sei già fidanzato.”
“Mi piacerebbe, ma il mio medico non me lo ha prescritto.”
“Ho bisogno di una pausa di riflessione.”
“Non sei tu che non vai bene, per me: sono io che non vado bene per te.”